Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Premendo il pulsante di accettazione acconsenti all’uso dei cookie.
Banner
Banner
TITOLO
LA FOLIE BAUDELAIRE
AUTORE
Roberto Galasso
EDITORE
ADELPHI
GENERE
Letteratura: storia e critica
PAGINE
432
FORMATO
18,6 x 27,5
CARTA
A mano
RILEGATURA
Fascicoli cuciti con cop. rigida + sovraccoperta

SINTESI
La Folie Baudelaire è ambientato nella Parigi dell'Ottocento e il suo presupposto è rintracciabile in alcune parole di Baudelaire: "glorificare il culto delle immagini". qui lo scrittore non parlava di "arte" ma di "immagini" in genere. il suo culto si riferiva all'intero regno delle immagini,da quelle più umili, anonime e quotidiane alle più astratte e segrete. E, infatti, tutta la sua vita fu una instancabile esplorazione di quel regno. E' lo stesso criterio che la "Folie Baudelaire" si propone sin dal'inizio di seguire. Tutto l'Ottocento e Parigi in particolare che ne fu "la capitale" subirono una invasione di immagini, collegata alla prima rivoluzione industriale e all'espandersi dei mezzi di comunicazione. Baudelaire visse in mezzo a quel turbine e lo indagò con una lucidità ineguagliata, al punto che dobbiamo considerarlo non soltanto il più grande critico d0'arte del secolo ma il primo che seppe seguire, fin dall'inizio, quella metamorfosi del regno delle immagini. Il libro può dunque essere visto come la controparte e il contrappunto moderno delle "Nozze di Cadmo e Arminia". Da una parte la foresta della mitologia greca, dall'altra la fantasmagoria di un mondo che sta sulla soglia di quello in cui ora viviamo. Invece che alle storie degli dei e degli eroi greci, qui il testo si riferisce alle immagini che a Parigi a partire dagli anni napoleonici e fino allo scoppio della prima guerra mondiale accompagnarono e costellarono l'epoca i cui sogni oggi continuano ad essere presenti - epoca in cui spiccano figure come Delacroix, Ingres, Manet e Degas, ai quali sono dedicate varie parti del libro.
Il volume contiene circa 280 immagini a colori e/o in bianco e nero a corredo del testo.

L'AUTORE
Roberto Calasso nasce a Firenze il 30 maggio 1941. Dopo il liceo classico consegue la laurea in letteratura inglese con il professor Mario Praz (noto critico d'arte e di letteratura), discutendo la tesi dal titolo "I geroglifici di Sir Thomas Browne"

Presentato da Bobi Bazler, suo amico e maestro, Calasso inizia a lavorare per la casa editrice Adelphi all'età di ventun'anni
Diventa direttore editoriale Adelphi nel 1971. A partire dal 1990 viene nominato consigliere delegato. Dal 1999 la prestigiosa casa editrice lo investe della di presidente

Successivamente Roberto Calasso viene nominato "visitor professor" per la cattedra Weidenfeld di Letteratura europea comparata presso l'Università di Oxford

Parallelamente alla sua attività editoriale Calasso porta avanti una carriera di narratore e saggista. I suoi libri sono stati tradotti in numerose lingue. Con le sue opere Calasso studia e indaga il mito ed il passato, per raccontare il presente del genere umano.

NOTE
La consegna è prevista, salvo disponibilità, nell'imminenza del periodo natalizio. Per evitare disguidi in fase di consegna, si raccomanda, in particolare al personale in servizio di verificare l'esatta indicazione, nel proprio pannello di controllo, della filiale / ufficio di appartenenza e del relativo indirizzo.

PREZZO COPERTINA
9,00
PREZZO PER I SOCI
9,00

Per prenotare devi essere loggato come socio