Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Premendo il pulsante di accettazione acconsenti all’uso dei cookie.
Banner
Banner
TITOLO
FIRENZE 1865. QUATTRO PASSI NELLA CAPITALE
AUTORE
Lucia Bruni, Federico Napoli, Attilio Brilli
EDITORE
SILVANA EDITORIALE
GENERE
Storia
PAGINE
144
FORMATO
21 x 28
CARTA
Patinata
RILEGATURA
Fascicoli cuciti con copertina flessibile

SINTESI
Estate 1865: Louise Colet, scrittrice e poetessa francese arriva a Firenze per rivedere la città, già visitata con entusiasmo cinque anni prima ai tempi dell’Unità d’Italia, ora divenuta capitale del Regno. A rendere più ameno e curioso il soggiorno di Louise nella “sua” amata Firenze è la compagnia di Collodi, che talvolta le si affianca per farle scoprire luoghi e abitudini caratteristici del costume cittadino, che saranno costretti a fare i conti con il nuovo volto di capitale.
Una passeggiata attraverso strade, piazze, vicoli, chiassi, visitando botteghe, caffè, trattorie, dove si incontrano per-sonaggi più o meno noti e di diverse estrazioni sociali, ma sempre interessanti da conoscere. Una sosta particolare è dedicata a palazzo Portinari Salviati Da Cepparello al Corso, allora sede del Ministero di Grazia, Giustizia e Culti, storico palazzo cittadino, le cui sale sono impreziosite dalle Storie di Ercole dipinte da Alessandro Allori all’epoca di Cosimo I.
Ritroviamo infine il racconto della “questione fiorentina”, ovvero il problema della ristrutturazione e dell’ammodernamento di Firenze antica perseguiti dall’amministrazione comunale sul solco dei lavori iniziati nel 1864, questione che diventa un tema di discussione internazionale sul quale intervengono intellettuali, storici e scrittori di tutto il mondo, a ricordare che, come disse Henry James, la bellezza di Firenze non è solo una questione fiorentina, ma qualcosa che riguarda l’umanità intera.

L'AUTORE
Lucia Bruni - Nata a Quinto Fiorentino, storica dell’arte e giornalista.
Nel 1991 è tra i dieci finalisti del concorso per l’opera diaristica promosso da “Tuttolibri” de La Stampa di Torino. Nel 1993 esce Mia nonna, Elena di Bombe, un affresco sulla vita e la lingua toscana del primo Novecento. Negli anni successivi suoi racconti sono stati pubblicati in una ventina di antologie.
Nel febbraio 2008 esce per la Flaccovio Editore di Palermo Il segreto di Raffaello, un giallo ambientato nella campagna toscana di fine Ottocento che coniuga nel mistero arte e tradizioni così come gli altri due romanzi Pontormo e l’acqua udorosa (2010) e Benvenuto Celllini e il ricciolo indiscreto (2013), sempre per i caratteri di Flaccovio.
Nell'ottobre 2013, per la Felici Editore di Pisa è uscito A veglia in Toscana. Storie popolari fra Otto e Novecento, raccolta di racconti che riprende la tematica della vita e della tradizione toscana fra Otto e Novecento.
Fa parte dell’Archivio delle scrittrici toscane ordinato presso il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Firenze.
Dal 2010 tiene una rubrica di recensioni e articoli sulle novità librarie per il bimestrale “Grillo” di Firenze. Collabora anche al periodico di Montecatini "Diari di Cineclub" con articoli sul cinema.
Dal giugno 2012 partecipa a una rubrica su Radio Toscana condotta da Chiara Macinai, dal titolo “Artisticamente” dove si parla di arte, letteratura e cultura e tradizioni.
Per l'approfondita ricerca linguistica e l'attenzione al costume e alle tradizioni toscane, i suoi libri si trovano presso la Biblioteca dell'Accademia della Crusca.
Federico Napoli - Nato a Firenze, è storico dell'arte, autore di monografie, tra cui "Arnolfo di Cambio" (Pietro Chegai editore, 2002) e di saggi, tra i quali "La via dei sette ponti" (Camera di Commercio di Firenze, 2009), "Con il lavoro, l'arte" (Camera di Commercio di Firenze, 2010), "La foresta umana. Giuseppe Gavazzi" (Emmebi, 2012), "Artisti del XXI secolo a Sesto Fiorentino" (Masso delle Fate, 2013).
Ha curato la collocazione di opere d'arte contemporanea a Certaldo (1989), nella chiesa di sant'Egidio a Firenze (2002), nella chiesa di sant'Andrea Corsini a Montevarchi (2005 e 2006), nella chiesa di san Martino a Vergaio (2006), nel Prato dello Strozzino a Firenze (2011), nonché il compendio sull'affresco della "Via Crucis" per la chiesa di santa Maria delle Grazie a Caprese (2009).
E' titolare di rubriche fisse su riviste d'arte; membro di numerose giurie e associazioni, organizza mostre e manifestazioni - nel 2012/14 ha collaborato in tal senso con le Amministrazioni comunali di Firenze, Fiesole, Sesto Fiorentino, San Casciano in val di Pesa -; inoltre, conduce corsi su tematiche storico-artistiche (Università dell'età libera), parimente svolgendo un'intensa attività di conferenziere.
Attilio Brilli - Docente universitario e scrittore italiano (n. 1936). Già professore ordinario di Letteratura angloamericana presso l'Università di Siena, ha pubblicato saggi su autori inglesi, irlandesi e statunitensi quali Byron, Swift, Joyce e James; ha curato inoltre la pubblicazione delle Opere (1982) di R.L. Stevenson nella collana I Meridiani. Ritenuto uno tra i massimi storici della letteratura di viaggio, è autore di numerosi testi storici e interpretativi sull'argomento, tra i quali vanno citati lo studio sulla pratica del Grand Tour Quando viaggiare era un'arte (1995), gli itinerari evocativi tracciati nell'Italia centrale e descritti ne Il viaggiatore immaginario (1997), l'opera enciclopedica sulla pratica del viaggio in Italia dal Medioevo a oggi Il viaggio in Italia. Storia di una grande tradizione culturale (2006), le indagini sul viaggio come scoperta di un mondo altro de Il viaggio in Oriente (2009) e quelle sul viaggio come esplorazione e conquista illustrati in Dove finiscono le mappe (2012) e in Mercanti avventurieri. Storie di viaggi e di commerci (2013), in cui sono descritte le epiche imprese dei mercanti del Medioevo che aprirono nuove vie ai commerci fra Oriente e Occidente. Tra i suoi lavori più recenti occorre citare Gerusalemme, La Mecca, Roma. Storie di pellegrinaggi e di pellegrini e Il grande racconto del viaggio in Italia. Itinerari di ieri per viaggiatori, entrambi editi nel 2014.

NOTE
È il libro strenna 2014/2015 del CRAL già BT. Pubblicazione che il nostro Circolo ha voluto realizzare per celebrare alcune ricorrenze che cadono tra il 2014 ed il 2015. La ricorrenza più nota è certamente i 150 anni di Firenze capitale: quattro passi, una passeggiata nella città … dedicando una particolare sosta a Palazzo Portinari Salviati Da Cepparello al Corso, allora sede del Ministero di Grazia Giustizia e Culti, poi dal 1904 del Piccolo Credito Toscano. Ricorrono adesso 110 anni. Una pubblicazione da non perdere e che non può davvero mancare nella biblioteca dei nostri bei ricordi.

PREZZO COPERTINA
30,00
PREZZO PER I SOCI
20,00

Per prenotare devi essere loggato come socio